Trekking con molta cultura e camminate non impegnative, da Bucarest ai famosi monasteri dipinti, tra colline e montagne incontaminate e spesso protette. Visiteremo la  Transilvania, una terra misteriosa fatta di montagne, villaggi e intriganti castelli, la verde Bucovina, tra castelli, borghi antichi e una cultura ricchissima dovuta alla commistione di tutti i gruppi etnici dell’Europa Centrale, e poi Maramures, dove gli artigiani si tramandano di padre in figlio l’antica arte della lavorazione del legno.

PROGRAMMA

Sabato 25.05.19:  Italia – Bucarest – Parco Nazionale Piatra Cruiului

Ritrovo in aeroporto a Milano Malpensa e partenza per Bucarest (orari da definire). All’arrivo, con un bus privato raggiungiamo un villaggio tradizionale ai piedi del Piatra Craiului, un massiccio inserito all’interno dell’omonomo parco nazionale. Cena e pernottamento in guesthouse. Totale transfer in bus: 182 km

Domenica 26.05.19:  Parco Nazionale Piatra Cruiului: Zarnesti Canyon

In mattinata ci aspetta una camminata all’interno del parco fino a raggiungere il grazioso rifugio Cabana Curmatura, interamente costruito in legno e in perfetta armonia con l’ambiente bucolico che lo ospita. Da qui abbiamo anche una meravigliosa visuale sulle valli e i canyon che ci circondano. Dopo un semplice ma gustoso pasto casalingo, arriviamo al selvaggio Jurassic Zarnesti Canyon. Cena e pernottamento in guesthouse. Tragitto a piedi 16 km, +/- 800 m, 6 ore.

Lunedì 27.05.19: Parco Nazionale Piatra Cruiului – Bran – Brasov

Oggi entriamo nel cuore della Transilvania, raggiungiamo Bran e il suo castello: grazie alla sua architettura altamente vampiresca, la sua forma slanciata e le torrette da libro delle fiabe, viene additato da tutti come la residenza del conte Vlad, che ispirò il personaggio di Dracula. Visitiamo questo incredibile esempio di architettura gotica del XVI secolo tra labirinti di stanze, passaggi segreti e piani collegati con ripide scale in legno: uno scenario che evoca un passato di storie ben celate. Nel pomeriggio un transfer privato ci porta a Brasov, un tempo “Orasul Stalin” (Città di Stalin) quando Romania e URSS erano ancora amiche. Pranzo lungo il percorso. Cena libera, pernottamento in guesthouse. Tragitto in bus: 43 km, a piedi 12 km, + 300 m, – 700 m, 4 ore.

Martedì 28.05.19: Brasov

Durante la mattinata facciamo una breve passeggiata fino alla collina di Tampa per ammirare il magnifico panorama sulla città. Resto della giornata libero per esplorare individualmente il centro storico medievale. Ci ritroviamo per una cena veloce prima di raggiungere la stazione ferroviaria e il nostro treno, che durante la notte ci porterà nella regione di Maramures. Pernottamento: in treno. Tragitto in bus: 43 km.

Mercoledì 29.05.19: Maramures: Sighetu Marmatjei – Săpânţa – Breb

Maramures è una delle ultime regioni in Europa dove la vita segue ancora i ritmi del Medioevo: un’autenticità rimasta intatta anche durante il regime di Ceausescu che, contrariamente alla politica di sistemizzazione adottata con il resto della nazione, incoraggiò la popolazione a mantenere viva la cultura locale. Nei prossimi giorni ci aspetta un’immersione totale nell’atmosfera del luogo, tra profonde foreste, piccoli villaggi con i portali scolpiti e famose chiese in legno. Arriviamo il mattino presto nel piccolo paesino di Sighetu Marmatjei e, dopo aver fatto colazione in una locanda tipica, visitiamo la tristemente famosa Prigione di Sighet, il “Museo del Pensiero Arrestato” dove, a partire dal 1948, vennero rinchiusi quasi 200 membri dell’élite accademica e politica della Romania resistente a Causescu. Concludiamo la giornata in modo più leggero facendo rotta verso la cittadina di Săpânţa, per scoprire il coloratissimo “Cimitero allegro”: qui ogni lapide racconta una storia diversa, con scene dipinte che illustrano una serie di mestieri tradizionali; potremo vedere pastori che accudiscono le pecore, madri che cucinano per la famiglia, barbieri intenti a tagliare i capelli e tessitrici chine sui telai; a descrivere il defunto, anche battute e poesie umoristiche in rispetto della tradizione che considera la morte un momento di gioia e il passaggio ad una vita migliore. Dopo la visita raggiungiamo Breb e la pensione che ci ospiterà per le prossime notti. Cena. e pernottamento in pensione/guesthouse. Tragitto in bus: 65 km.

Giovedì 30.05.19: Maramures: Creasta Cocosului – Desesti

Continuiamo il nostro viaggio, a piedi, nel profondo di questa regione caratterizzata da laghi e pascoli di montagna. Oggi arriviamo al “Ridge of the cock” (Creasta Cocosului), una scoscesa roccia vulcanica che ricorda la cresta di un gallo. Ci aspetta poi la visita di una delle chiese più belle di tutta la regione, interamente costruita in legno, quella di Desesti con le sue pitture in rilievo e i suoi interni riccamente affrescati. Cena e pernottamento in pensione/guesthouse.Tragitto in bus  69 km, a piedi 18 km, +400 m, -700 m, 6 ore.

Venerdì 31.05.19: Maramures – Barsana – Botiza

Dedichiamo anche questa giornata alla scoperta di Maramures, camminando da un villaggio all’altro tra prati e foreste. In ogni stagione la regione è animata dai numerosi contadini che ancora oggi lavorano la terra con le mani e l’aratro trainato da buoi o cavalli; ovunque si percepisce l’amore per la tradizione rurale e il territorio. Visitiamo infine l’incantevole Monastero di Barsana, rinomato luogo di pellegrinaggio del Maramures nonché ultimo monastero ortodosso costruito nella regione prima che il patriarca Serafim Petrovai si convertisse al cattolicesimo. Dopo quest’ultima sosta, trasferimento a Botiza. Cena e pernottamento in pensione/guesthouse. Tragitto in bus 22 km, a piedi 13 km, +/- 400 m, 4 ore.

Sabato 1.06.19: Maramures – Ieud Deal – Moldovita

Oggi ci addentriamo sempre di più nel Maramures camminando tra pascoli di alta montagna e verdi foreste. Al termine della camminata visitiamo la suggestiva chiesa in legno di Ieud Deal, dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO assieme a tutte le altre chiese lignee della regione: un doveroso riconoscimento per questa meravigliosa civiltà del legno. Nel pomeriggio con un transfer in bus raggiungiamo Moldovita: benvenuti in Bucovina! Tempo permettendo, facciamo una deviazione per visitare il Monastero di Voronet, definito “la Cappella Sistina d’Oriente” grazie ai suoi affreschi color azzurro. Cena e pernottamento in pensione/guesthouse. Tragitto in bus 165 km, a piedi 8 km, + 300 m, – 250 m, 3 ore.

Domenica 2.06.19: Moldovita

Oggi facciamo un vero viaggio nel tempo! Saliamo a bordo di un pittoresco (e autentico!) treno a vapore per osservare comodamente gli incantevoli paesaggi della Bucovina. Questo treno, di costruzione austriaca, risalente ai primi del ‘900, un tempo era destinato al trasporto del legname, oggi invece ci fa attraversare boschi di abeti e paesaggi di media montagna, sempre accompagnati dai saluti e dai sorrisi degli abitanti che si incontrano lungo il percorso. Scendiamo dal treno un po’ prima del capolinea per un altro trekking immersi nella natura, tra greggi di pecore e carri trainati dai buoi. Cena e pernottamento in pensione/guesthouse. Tragitto a piedi 14 km, +500 m, -500 m, 5 ore

Lunedì 3.06.19: Moldovita

In questa nostra penultima giornata rumena ci aspetta una piacevole passeggiata in un villaggio tipico, dove avremo il piacere di incontrare gli hutzuli, un popolo che ha le sue radici nella vicina Ucraina ed è maestro nell’arte della pittura delle uova: svariate sono le loro decorazioni, una combinazione di segni geometrici riempiti da colori vivaci. Nel pomeriggio visitiamo il famoso sito religioso che prende il nome da questa zona: il Monastero di Moldovita. Grazie ai recenti restauri, oggi è possibile ammirarlo in tutto il suo splendore originario, in un tripudio di blu, giallo e arancione… Dopo la cena nella nostra guesthouse raggiungiamo la stazione ferroviaria per prendere il treno che ci riporterà a Bucarest. Cena in guesthouse, pernottamento in treno.Tragitto a piedi 3 km, + 300 m/- 400 m, 4 ore.

Martedì 4.06.19: Bucarest – Italia

Arrivo di buon mattino a Bucarest. Dopo aver fatto colazione al bar della stazione, lasciamo le valigie al deposito bagagli e dedichiamo qualche ora alla visita della città. Pranzo libero e tempo a disposizione per un’ultima passeggiata o un po’ di shopping. Nel pomeriggio, con un bus privato, raggiungiamo l’aeroporto per il volo di rientro in Italia (orari da definire).

Organizzatore: Paolo Todeschini

Quote di partecipazione:

Soci Edelweiss, € 1.190,

Soci CAI, € 1.210

La quota di partecipazione comprende: treno da e per Bucarest, nonché i transfer in bus come previsti nel programma; 8 pernottamenti in case private/pensioni rurali, con servizi privati o in condivisione; 2 pernottamenti in treno in cuccette; 10 breakfast, 8 pranzi al sacco, 9 cene con menu fissi; guida locale parlante inglese; escursione con treno a vapore; assicurazione medico/bagaglio

La quota di partecipazione non comprende: volo da e per l’Italia, il cui costo è stimato in € 260; i pasti e le bevande non previste nel programma, gli ingressi a musei e monumenti; camere singole (eccetto sui treni), per le quali è previsto un supplementi di € 140; qualsiasi altra voce non descritta nella quota individuale di partecipazione.

Il trekking verrà effettuato con un minimo di 10 partecipanti, e massimo 14.

Organizzazione tecnica e logistica: Girolibero srl – Vicenza

Iscrizioni

riservata ai soci Edelweiss o CAI, entro il 15 marzo 2019, previo versamento di un acconto/caparra di € 300. Saldo entro il 29 Aprile 2019. L’iscrizione può avvenire: via mail a info@edelweisscai.it, in sede il lunedì dalle 18 alle 20 e il mercoledì dalle 18 alle 22:30 o telefonando allo 0255191581. I pagamenti potranno essere effettuati direttamente in sede o con bonifico bancario (IBAN IT 26S 050 340 1755 0000 0000 3707).

Riunione informativa, alla quale tutti i partecipanti sono vivamente pregati di intervenire: lunedì 29/04/2019 alle ore 20:45 nella sede Edelweiss. Durante la riunione verrà distribuito il materiale informativo.

Riunione informativa, alla quale tutti i partecipanti sono vivamente pregati di intervenire: lunedì 29/04/2019 alle ore 20:45 nella sede Edelweiss. Durante la riunione verrà distribuito il materiale informativo.

<<<<<<<<>>>>>>>>

Pernottamenti: saranno in case private/pensioni rurali, in camere doppie con servizi privati o in condivisione; a seconda della composizione del gruppo, in alcune località la sistemazione potrebbe avvenire in pensioni diverse ma vicine (albergo diffuso); il gruppo sarà poi riunito durante i pasti.

Le case private e le ‘pensiuni’ della Romania sono delle piccole strutture a gestione familiare dove si possono trovare camere semplici ma pulite e confortevoli, arredate secondo il gusto dei proprietari (spesso in un tipico stile campagnolo). Raramente sono presenti ascensore o connessione internet.

In alcuni casi le camere hanno i servizi privati ma più spesso sarà necessario condividere la stanza da bagno con altri partecipanti al viaggio (generalmente, 1 bagno per 2 camere). Anche le camere singole potrebbero avere il bagno in condivisione!

I pernottamenti in treno notturno saranno in cuccette da 2 o 4 posti, in base alla disponibilità, con servizi in condivisione.

Bagaglio: i percorsi a piedi saranno effettuati con zaino leggero, con il necessario per la giornata.

I diversi spostamenti del bagaglio, tra bus, treno e dentro e fuori dagli alloggi, alloggi che nella maggior parte dei casi saranno in case private che potrebbero avere stanze di piccole dimensioni, impongono l’uso di valige piccole, (suggerirei le dimensioni 60/40/30 cm circa) per non restare impiccati nelle camere e per un agevole spostamento individuale delle proprie cose …. dubito che ci siano facchini al nostro servizio !!!

 La sottosezione Edelweiss declina ogni responsabilità per danni a persone o cose conseguenti a eventuali incidenti durante il trekking

 

25

Print Friendly, PDF & Email