DESCRIZIONE

Riprendiamo il cammino da Merano, dove abbiamo concluso la tappa precedente, saliamo a Tirolo e ci inoltriamo nel Gruppo del Tessa, transitando per il Rifugio di Valico, per scendere poi nella Val Senales. Da qui risalendo per la Forcella del Santo, raggiungiamo il rifugio Oberettes. Quindi scendiamo nella stretta di Klamm, per risalire al Passo di Mazia. Da qui perdiamo quota nella Val Lunga fino a Melager Alm e risaliamo al rifugio Pio XI ai piedi della Palla Bianca. Da qui ritorniamo a percorrere la Val Lunga per raggiungere il Lago di Resia. Dopo una doverosa visita alle sorgenti del fiume Adige, risaliamo al piccolo villaggio di Rojen. Proseguendo lungo la valle e passando per il Passo di Rasass, raggiungiamo il rifugio Sesvenna, da dove, attraverso il Passo di Slingia scendiamo nella spettacolare Val Duina che ci porterà a Sur En nella Bassa Engadina. Ancora una giornata in questa amena parte della Svizzera, risalendo la Val Sinestra, per raggiungere la Fuorcla Champatsch e scendere a Motta Naluns: qui una cabinovia ci porta a Scuol, dove finisce il nostro trekking. I gruppi che attraverseremo, le cime che faranno da sfondo al nostro cammino, e i ghiacciai sotto i quali passeremo renderanno questo percorso di grande interesse e soddisfazione.


PROGRAMMA

Sabato 19 luglio: Ritrovo alle ore 07:00 alla stazione Centrale, piano binari, lato destro, sotto la farmacia. Treno per Verona e Bolzano delle 7:35. Da qui, con bus privato raggiungeremo Tirolo, dove una funivia ci porterà a Hochmuth 1375m. Un comodo sentiero ci porta al rifugio Hofgang o di Valico, 1839m.

  • Tempo di percorrenza 1h30’. Dislivello in salita 464m.

Domenica 20 luglio: Madonna di Senales, 1508m. Oggi il percorso è piuttosto lungo, anche se con scarsi dislivelli. Transiteremo da Giggelberghof 1565m, quindi dal Rifugio Jausenstation Patleid 1386 m, Katerinaberg 1245m. e Certosa 1327m. Pernottamento in albergo.

  • Tempo di percorrenza 7h. Dislivello: 345m in salita, 676m in discesa.

 Lunedì 21 luglio: Madonna di Senales – Maso Corto 2014 m. – rifugio Oberettes 2670m. Con bus di linea raggiungeremo Maso Corto, alla testata della Val Senales, e di qui intraprenderemo la ripida salita alla Forcella del Santo 3097m, per scendere poi al rifugio Oberettes. Il rifugio è molto accogliente e ben attrezzato.

  • Tempo di percorrenza 4/5h. Dislivello: 1083m in salita, 427m in discesa.

Martedì 22 luglio: Rifugio Oberettes – rifugio Pio XI, 2542m.  Tappa impegnativa per i dislivelli non indifferenti. Dal rifugio scenderemo nella stretta di Kamm 2236m, per risalire il Passo di Mazia (Matscher Joch) 3191m, e quindi discendere, attraverso la Planailscharte, alla Melager Alm 1915m, in Val Lunga. Con un ultimo sforzo risaliamo al rifugio Pio XI 2542m. Il rifugio è una vecchia costruzione con poche comodità, ma l’accoglienza della rifugista, la sua cucina e il panorama sul ghiacciaio della Palla Bianca fanno dimenticare i piccoli disagi.

  • Tempo di percorrenza 8/9h. Dislivello: 1582m in salita, 1710m in discesa.

 Mercoledì 23 luglio: Rifugio Pio XI – Rojen 1968m. Una tappa riposante! Scendiamo il Val Lunga a Melago 1912m, attraverso la Innere Schaferhutte 2354m. Da qui, con mezzi pubblici ci spostiamo a Resia 1525m, sull’omonimo lago, famoso tra l’altro per il campanile della chiesa sommersa che spunta dalle acque. Andiamo poco lontano a vedere dove nasce l’Adige, quindi con lieve pendenza risaliamo la valle dal lato opposto per raggiungere Rojen 1968 m, dove troviamo l’ alberghetto che ci ospiterà per la notte.

  • Tempo di percorrenza 3h. Dislivello: 443m in salita, 630m in discesa..

 Giovedì 24 luglio: Rojen – rifugio Sesvenna o Rasass, 2256m. Da Rojen percorrendo la Val Roia, saliamo al Rasa Pass 2844m, scendiamo alla Kirker Alm, quindi passando dalla Shalf Hutte, raggiungiamo il rifugio Sesvenna. Il rifugio è una costruzione recente, eretto in sostituzione del vecchio rifugio Rasass, rimasto poco lontano abbandonato.

Tempo di percorrenza 6/7h. Dislivello: 1159m in salita, 871m in discesa.

 Venerdì 25 luglio: Rifugio Sesvenna – Kurthaus Val Sinestra 1524m. Un percorso molto interessante che ci porta nella Bassa Engadina. Attraverso il Passo di Slingia 2311m, poco distante dal rifugio, si accede alla Val Duina, percorsa nella sua parte alta da un sentiero interamente scavato nella roccia, con visioni a strapiombo molto suggestive, che a valle si aprono su pascoli e malghe molto accoglienti che contrastano con l’asprezza del bastione di roccia che ci lasciamo alle spalle. Arriviamo così a Uina Dadora 1499m, e quindi a Sur En 1200m. Risaliamo sul versante opposto della valle dell’Inn per Ramosch a Kurtaus Val Sinestra. Alloggeremo in un albergo immerso nel verde nel gradevole ambiente  termale di inizio secolo scorso.

  • Tempo di percorrenza 5/6h. Dislivello: 467m in salita, 1199m in discesa.

Sabato 26 luglio: Kurthaus – Motta Naluns, 2142m. – Scuol. Attraverso Zuort 1711m, saliamo a Prà San Flurin ed alla Fuorcla Champatsch, 2730m, per scendere a Motta Naluns2142m, dove una telecabina ci porta comodamente a Scuol. Eccoci nel paese della bassa Engadina famoso per le sue acque termali: che dire, se il tempo lo consente, una visita alle terme ce la saremo meritata!

  • Tempo di percorrenza 5/6h. Dislivello: 1206m in salita, 588m in discesa.

Un bus privato ci verrà a prelevare per riportarci a Milano.

Come si vede dal programma il trekking, pur non presentando difficoltà tecniche particolari, richiede un discreto impegno fisico. Pertanto è richiesto ai partecipanti un buon allenamento.

Responsabili: Paolo Todeschini – Cristina Bellosio


MATERIALI INDISPENSABILI

Scarponcini da trekking, abbigliamento consono alle quote, zaino leggero, pronto soccorso personale, borraccia, mantellina e/o ombrello tascabile, costume e quanto necessario per bagni al mare. Sacco-lenzuolo per rifugio e asciugamani.


QUOTA DI PARTECIPAZIONE : richiedere programma dettagliato a info@edelweisscai.it

Il trekking verrà effettuato con un numero minimo di 10 partecipanti

La quota comprende:

  •  Trasporti come indicato nel programma,
  • mezza pensione nei rifugi e negli alberghi,
  • passaggi previsti con funivia,
  • assicurazione,
  • assistenza degli accompagnatori,
  • materiale illustrativo.

 


MODALITA’ D’ISCRIZIONE:

  • Telefonando ai n°02/55191581
  • In sede il lunedì dalle 18 alle 20 o il mercoledì dalle 18 alle 22,30.
  • Per email: info@edelweisscai.it

Iscrizioni riservate ai soci Edelweiss o CAI.

L’iscrizione si riterrà confermata solo con il versamento

  • dell’acconto di € 200 entro una settimana dall’iscrizione In mancanza dell’acconto il nominativo sarà messo in lista d’attesa
  • Saldo entro il 21/5/2014

Il pagamento dell’acconto e del saldo può avvenire: in sede o per bonifico bancario (IBAN IT 42 E 055 840 1637 0000 0000 3707). CAUSALE :  .Trekking Via Alpina 5 acconto o saldo 


Riunione informativa:  mercoledì 21/05/2014 alle ore 21:00 in Edelweissalla quale tutti i partecipanti sono vivamente pregati di partecipare. Durante la riunione verrà distribuito il materiale informativo e potranno essere saldate le quote di partecipazione.

 


La sottosezione Edelweiss declina ogni responsabilità per danni a persone o cose conseguenti a eventuali incidenti durante il trekking.

Print Friendly, PDF & Email