DESCRIZIONE

Un itinerario naturalistico-culturale che ci permetterà di conoscere il Salento, terra del sole, del mare e del vento, con le sue alte scogliere che regalano panorami emozionanti ed il paesaggio agrario delle masserie e degli ulivi monumentali. La Puglia è notoriamente la regione più pianeggiante e meno boscosa d’Italia, quella dove il visitatore viene in cerca di un bel mare, di affascinanti centri storici, di buona cucina, dei trulli e delle cattedrali romaniche, ma dove trova angoli di natura incontaminata e selvaggia, ambienti naturali inconsueti,per lo più raggiungibili solo a piedi. L’itinerario proposto ci porta nel cuore del Parco Naturale Regionale “Costa di Otranto –Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase”. la cui struttura geologica offre, oltre a paesaggi mozzafiato, caratterizzati dalla presenza di falesie e prati, un percorso che si snoda per alcuni tratti a strapiombo su un mare azzurrissimo, o costeggia i tipici sentieri delimitati dai muretti a secco, le “vie del sale”, i suggestivi canaloni trasversali alla linea di costa ed in alcuni punti vecchi tratturi di campagna. Notevoli sono gli endemismi botanici. Il tratto che va da Otranto a Santa Maria di Leuca è orlato di torri d’avvistamento risalenti al XVI secolo e fari costieri. Gli oliveti terrazzati coprono gran parte della superficie agricola nel perimetro del Parco. con labirinti di muretti a secco. Abitate fin dall’antichità furono le grotte marine presenti su questo tratto di costa come la grotta Zinzulusa e Romanelli a Castro, la grotta delle Prazziche a Marina di Novaglie e la grotta dei Cervi a Porto Badisco, un luogo di culto preistorico unico nel suo genere in tutta Europa, con uno straordinario repertorio di pittogrammi. Poi le tracce di un passato più prossimo: pajare, masserie fortificate e torri dominanti il paesaggio, sino alle splendide ville nobiliari che testimoniano l’importanza strategica di un territorio, da sempre crocevia di civiltà.

“Attraversare il Salento è come guardare la punta di un iceberg….il bello è ciò che non si vede ed è tutto da scoprire

Coordinatore  Enzo Acri

Organizzazione logistica e tecnica : cooperativa Naturaliter  e accompagnatori locali


PROGRAMMA

1° giorno-Sabato 17 settembre : LECCE, CAPITALE BAROCCA DEL SALENTO
Ritrovo all’aeroporto di Milano Linate alle ore 7:30. Partenza per Brindisi con volo Alitalia delle 9:45.Arrivo all’aeroporto di Brindisi alle 11:20. Transfer in bus privato a Lecce,con guida  per visita al centro storico, tra le chiese barocche, il duomo, gli anfiteatri di origine romana, il castello di Carlo V, le botteghe artigiane e i palazzi baronali. Degustazione dell’originale pasticciotto leccese. Pranzo libero. Sistemazione in hotel per cena e pernottamento…

2° giorno: Domenica 18 settembre: LAGHI ALIMINI. Da Torre dell’Orso ad Otranto
Trasferimento a Torre dell’Orso (45’). Lungo il litorale si potranno ammirare due rocce che emergono dal mare, vicine e simili, dette Le Due Sorelle ( la leggenda riguarda due sorelle annegate e trasformate nei due monoliti). Seguono i faraglioni a nord del villaggio di Torre Sant’Andrea. ,poi fino alla pineta di Frassanito che arriva all’oasi protetta dei laghi Alimini. Dopo Alimini grande attraverso la Baia dei Turchi si giunge alla grotta marina della monaca, e poi al Faro di Otranto..B&B a Otranto e cena in ristorante..L= 14 Km, T=7 ore.

3° giorno:Lunedì 19 settembre.  IL GIARDINO MEGALITICO a Giurdignano.
Trasferimento (15’) a Giurdignano alla scoperta del cosiddetto Giardino Megalitico. Percorso ad anello. Presenti in Spagna, Francia ed Inghilterra e in Italia solo in Puglia, i monumenti megalitici sono più numerosi nella provincia di Lecce, e all’interno di questa il maggior numero si trova tra Giurdignano: e Giuggianello. Con ben 7 dolmen e 14 menhir, Giurdignano è la capitale italiana del fenomeno megalitico. Rientro ad Otranto..Anello di Giurdignano .L=15 Km.Tempo: 6 ore 

4° giorno:Martedì 20 settembre. OTRANTO PORTA D’ORIENTE.
Partenza a piedi dal B&B, attraverso il centro storico fino a Torre del Serpe.. per poi giungere in un ambiente spettacolare ed unico: un laghetto all’interno di una vecchia e rossa cava di bauxite,Seguirà escursione al Faro della Palascia, il punto più orientale d’Italia.Dopo la pausa pranzo continueremo il nostro trekking costiero fino a Torre Sant’Emiliano per poi arrivare alla baia di Enea, la baia di Porto Badisco che custodisce uno dei più importanti tesori della storia salentina: la Grotta dei Cervi. Dopo la sosta per un bagno nelle splendide acque della baia transfer di ritorno ad Otranto (15’).Nel pomeriggio visita del centro storico di Otranto, con il suo castello e la cattedrale con il  mosaico “L’albero della vita”. Anello di 15 km.T= 7 ore.

5° giorno: Mercoledì 21 settembre.  LE VIE DEL SALE E LE GROTTE CIPOLLIANE
Trasferimento (1h’) per escursione lungo le “Vie del Sale”, antichi tratturi utilizzati per risalire dalla costa verso l’interno. Bagno e poi verso le Grotte delle Cipolliane, fino alla località “Ciolo”, con le sue pareti a strapiombo, regno dei climbers. Transfer di 10′ a Santa Maria di Leuca, de Finibus Terrae, l’incontro dei due mari, e antica meta dei pellegrini che si imbarcavano per la Terra Santa. Successivamente transfer di 45′ a Gallipoli. B&B e cena in ristorante.  Percorso da Marina di Corsano a Ciolo L=9 km,T= 6 ore.

6° giorno:Giovedì 22 settembre. PARCO NATURALE REGIONALE DI PUNTA PIZZO
Trasferimento (15’) presso la baia di punta della suina. Traversata del Parco Naturale Regionale Litorale di Punta Pizzo e isola di Sant’Andrea. Il litorale di Punta Pizzo comprende macchia mediterranea, pseudo-steppe mediterranee ed ambienti umidi e acquitrinosi, con ricco  patrimonio vegetale ( corbezzolo, erica arborea, ginestra spinosa, mirto, lentisco, asparago spinoso, rosmarino e timo). Nel punto più alto torre borbonica eretta a difesa delle coste salentine e panorama sulla baia di Gallipoli, dove si rientra con visita del centro storico.Località di partenza/arrivo: Baia di punta della suina (anello), L= 15 km, T=6 ore

7° giorno:Venerdì 23 sett. PORTO SELVAGGIO
Transfert di 20’ a Porto Selvaggio. Il Parco Naturale Regionale di Porto Selvaggio è una delle prime aree protette di Puglia ed è situato lungo la costa Jonica, in ambienti ricchi di scenari aperti sul mare, tra alte falesie, calette, pinete e macchia con numerose specie di orchidee. La baia di Uluzzo, ubicata all’interno del parco, custodisce anche un insediamento preistorico (giacimento della grotta del cavallo). Transfer a Lecce (40’). Sistemazione in B&B o Hotel. Tempo libero. Cena e a seguire…..pizzica!!!

Località di partenza/arrivo: Torre dell’Alto (anello),L=10 km.,T=6 ore. Dislivello: trascurabile

8°giorno. Partenza per rientro a Milano (se possibile, visita alle Grotte di Castellana, da confermare) Transfer da Lecce verso l’aeroporto di Brindisi. Eventuale prolungamento, se i tempi lo consentiranno, per visita alle grotte di Castellana (ingresso non compreso). Rientro a Brindisi per volo alle 17,25 e arrivo a Milano Linate alle 19.

 

Cosa portare (indispensabile): scarponcini da trekking, abbigliamento consono alla stagione, zaino leggero, pronto soccorso personale, borraccia di almeno 1 litro, mantellina e/o ombrello tascabile, costume e quanto necessario per bagno al mare facoltativo


QUOTA DI PARTECIPAZIONE 

  • Soci Edelweiss 1.070 € 
  • Soci CAI             1.090 €

 per minimo 20 partecipanti – Numero massimo: 24 partecipanti

La quota comprende: volo Linate-Brindisi a/r, assicurazione infortuni Edw, + assicurazione malattia, annullamento viaggio, assicurazione bagaglio, come da polizze a disposizione, transfer come, da programma – vitto (vino ed acqua incluse a cena), a partire dalla cena del primo giorno fino alla prima colazione dell’8° giorno); Alloggio in camere doppie (dotate di asciugamani, lenzuola e coperte). Guide AIGAE sempre al seguito; mezzi adeguati per tutti i transfer di persone e bagagli previsti nel programma, con autista e carburante.

La quota non comprende: pranzo al sacco 1° e 8° giornobibite e  consumazioni extra,  o durante le cene e nel pranzo al sacco – Ticket ingresso a Musei, Aree Archeologiche e siti turistici,-supplemento per eventuali camere singole (limitatissima la disponibilità e da valutare in base al numero dei partecipanti),-eventuale tasse di soggiorno dove previste e tutto quanto non espressamente citato alla voce: “La quota comprende”.

 


MODALITA’ D’ISCRIZIONE:

  • Telefonando ai n°02/55191581
  • In sede il lunedì dalle 18 alle 20 o il mercoledì dalle 18 alle 22,30.
  • Per email: info@edelweisscai.it

Iscrizioni riservate ai soci Edelweiss o CAI.

L’iscrizione si riterrà confermata solo con il versamento dell’acconto di 300 € entro una settimana dall’iscrizione, In mancanza dell’acconto il nominativo sarà messo in lista d’attesa

Saldo entro lunedì 27 giugno.

Il pagamento dell’acconto e del saldo può avvenire: in sede o per bonifico bancario (IBAN IT 42 E 055 840 1637 0000 0000 3707). CAUSALE : TREK SALENTO 2016


 Riunione informativa lunedì 27 giugno.alle 20:45  in sede Edelweiss   alla quale tutti i partecipanti sono  pregati di intervenire. Durante la riunione verrà distribuito il materiale informativo, saranno date informazioni sul trek e  dovranno essere saldate le quote di partecipazione.


La sottosezione Edelweiss declina ogni responsabilità per danni a persone o cose conseguenti a eventuali incidenti durante il trekking.

 

Print Friendly, PDF & Email