DESCRIZIONE

Due giorni nel cuore del gruppo del Bernina, l’unica vetta lombarda a superare i 4000 m nonché il quattromila più orientale dell’intero arco alpino. Attraverso boschi, alpeggi e severi ambienti detritici di alta montagna si raggiungerà il Rifugio Marinelli Bombardieri, balcone da cui godere della vista sui ghiacciai circostanti e sulle alte cime del versante italiano del Bernina. Per chi lo desidera sarà possibile, con l’accompagnamento di una Guida Alpina, effettuare l’ascensione alpinistica al Pizzo Sella (3515 m).

Primo giorno: Località Campo Moro – Rifugio Marinelli Bombardieri

Al sabato il percorso è unico: dal parcheggio in località Campo Moro (1990 m) si percorre il coronamento della diga e si scende ai suoi piedi per imboccare il sentiero che, dapprima ripido fra paretine rocciose con qualche tratto esposto protetto da corrimano quindi più dolce fra boschi di abeti e larici, risale il versante meridionale del Sasso Moro e intercetta (2243 m) il sentiero che proviene dalla sottostante Alpe Musella (2077 m). Da qui si prosegue percorrendo i famosi “sette sospiri”, ripidi e faticosi colli morenici che conducono al Rifugio Carate (2636 m). Si continua fino alla Bocchetta delle Forbici (2660 m) che introduce al selvaggio vallone di Scerscen nonché all’anfiteatro del versante italiano del Bernina con il pizzo Glüschaint (3594 m), i pizzi Gemelli (3500 e 3501 m), il pizzo Sella (3517 m), l’elegante e simmetrico pizzo Roseg (3937 m), il massiccio pizzo Scerscen (3971 m), l’omonimo pizzo Bernina (4049 m) e la Cresta Güzza (3870 m). Il sentiero, dopo un lungo traverso, piega quindi verso destra e percorre il vallone che scende dal piccolo ghiacciaio della Vedretta di Caspoggio al termine del quale (2600 m) inizia la ripida salita che conduce al Rifugio Marinelli Bombardieri (2813 m), mèta della prima giornata.

Secondo giorno: Rifugio Marinelli Bombardieri – Cime

Domenica è possibile scegliere fra due diversi percorsi (si richiede perciò all’atto dell’iscrizione di precisare tassativamente il Gruppo scelto):

Gruppo A: salita alpinistica al Pizzo Sella (3515 m). Lasciato il rifugio e accompagnati da una Guida Alpina si raggiunge il Passo Marinelli Occidentale (3050 m) da dove, calzati i ramponi e legati in cordata, ci si incammina sul ghiacciaio dello Scerscen Superiore per arrivare, alternando tratti pianeggianti a leggere salite e lambendo le bastionate della Cresta Güzza e del Roseg, all’ampia sella glaciale del Passo Sella (3265 m). Da qui, per il ripido crinale, si raggiunge la cima (3515 m). Seguendo il percorso di salita si rientra quindi al Rifugio Marinelli Bombardieri e da qui, percorrendo a ritroso l’itinerario del giorno precedente, alle autovetture.

Gruppo B: salita alla Punta Marinelli (3181 m). Lasciato il Rifugio si percorre il tratto della variante dell’Alta Via della Valmalenco che conduce al Passo Marinelli Orientale (3120 m). Da qui, lungo il crinale roccioso che separa l’ampia conca del ghiacciaio di Fellaria occidentale da quella del vallone di Scerscen, si raggiunge la cima (3181 m). Seguendo il percorso di salita si rientra al Rifugio Marinelli Bombardieri da dove, percorrendo il sentiero che attraversa il vallone dello Scerscen si giungerà all’Alpe Musella (2077 m) e quindi alle autovetture.

__________________________________________________________________________

CARATTERISTICHE TECNICHE

Primo giorno: PER TUTTI: Dislivello totale in salita: 900 m, quota massima raggiunta 2813 m; Durata complessiva: 4 ore (esclusa sosta pranzo); Percorso e difficoltà: del tipo traversata ed E (Escursionistico).

Secondo giorno:

GRUPPO A: Dislivello totale in salita/discesa: 700↑ 1600↓ m, quota massima raggiunta 3515 m; Durata complessiva: 9 ore (esclusa sosta pranzo); Percorso e difficoltà: del tipo andata e ritorno (A/R) e A (Alpinistico) con difficoltà F: Facile, non presenta particolari difficoltà (scala francese); sono tassativamente richiesti buon allenamento ed esperienza di ghiacciaio.

GRUPPO B: Dislivello totale in salita/discesa: 360↑ 1260↓ m; Durata complessiva: 7 ore (esclusa sosta pranzo); Percorso e difficoltà: del tipo andata e ritorno (A/R) ed EE (Escursionisti Esperti); è tassativamente richiesto buon allenamento.

Equipaggiamento base: scarponi, giacca a vento/piumino, mantella, pile, borraccia, pila frontale, occhiali e crema solare adatti alla quota. Inoltre sacco lenzuolo per il pernotto e accessori per l’igiene personale. Eventuale cibo per il pranzo dei due giorni.

Per gli escursionisti del Gruppo A sono richiesti anche imbrago e casco omologati CE, scarponi ramponabili, ramponi, piccozza, occhiali da ghiacciaio (in caso di necessità alcune attrezzature del materiale richiesto potranno essere messe a disposizione in quantità limitate; nel caso, si prega di segnalarlo all’atto dell’iscrizione).

L’escursione verrà effettuata con autovetture private. All’atto dell’iscrizione si prega di comunicare la eventuale disponibilità all’utilizzo della propria autovettura.


RITROVO E PARTENZA

Orari : sabato 15  luglio ore 7:00 ritrovo in P.le Lotto davanti al Lido e partenza. Rientro domenica 16 luglio in serata.


MODALITA’ D’ISCRIZIONE

  • Per e-mail: info@edelweisscai.it
  • In sede il lunedì dalle 18:00 alle 20:00 o il mercoledì dalle 18:00 alle 22:30
  • Telefonando ai n°02/55191581

Nota bene: Numero minimo richiesto di iscritti 15, numero massimo accettato di iscritti 30.

Iscrizioni riservate ai soci Edelweiss o CAI. A tutti gli iscritti C.A.I. è richiesto di portare la tessera di iscrizione valida per il 2017 da presentare in rifugio.

Quote di partecipazione: 95 euro da versare tassativamente entro giovedì 30 giugno 2017.

NB In caso di rinuncia dopo il 30 giugno la quota versata non verrà restituita.
La quota comprende il pernottamento in rifugio con trattamento di mezza pensione, l’assicurazione infortuni, le spese di organizzazione, l’assistenza di nostri accompagnatori. Non comprende bevande ed extra non inclusi nel trattamento di mezza pensione del rifugio.  

Per gli escursionisti del Gruppo A l’accompagnamento della Guida Alpina sarà organizzato secondo le seguenti indicazioni:

  • i partecipanti saranno suddivisi in cordate ciascuna condotta da una Guida Alpina e composta da 7 escursionisti
  • numero massimo: 14 partecipanti (2 guide)
  • il costo complessivo della/e Guida/e Alpina/e (400 €/guida) sarà suddiviso tra tutti i componenti della/e cordata/e partecipante/i alla salita al Pizzo Sella (il costo “pro capite” potrà quindi variare tra 60 e 100 €)
  • in caso di richieste superiori al numero massimo fissato, Edelweiss si riserva la possibilità di richiedere il coinvolgimento di ulteriori guide in funzione delle richieste pervenute e di aggiornare gli iscritti eventualmente in lista di attesa

NB In caso di rinuncia dopo il 30 giugno agli iscritti al Gruppo A verrà comunque addebitata la corrispondente quota guida.

Eventuali richieste di iscrizione pervenute dopo il 30 giugno potranno essere prese in considerazione solo in funzione di eventuale residua disponibilità di posti.

Per i costi di trasporto: Le spese vive di viaggio (benzina e autostrada)con riferimento a Via Michelin per un’autovettura del tipo familiare alimentata a benzina – e per l’eventuale parcheggio delle autovetture saranno equamente suddivise tra tutti gli iscritti all’escursione.

Si rammenta che l’assicurazione copre solo gli infortuni avvenuti durante lo svolgimento del percorso a piedi.


DISDETTA ED URGENZE

Per comunicazioni urgenti: cell. 334-3934611.

In caso di rinuncia dopo il 30 giugno la quota versata non verrà restituita.  Per il Gruppo A in caso di rinuncia dopo il 30 giugno verrà comunque addebitata la corrispondente quota guida.

La sottosezione Edelweiss declina ogni responsabilità per danni a persone o cose conseguenti a eventuali incidenti durante l’escursione.

Il versamento anticipato della quota di partecipazione, in sede o con BB utilizzando il seguente IBAN IT42E 055 840 1637 0000 0000 3707 (inviare una copia del BB via email).